Gran Bodega Saltó: musica dal vivo e clima bohémien a Poble-Sec

Valérie
Pubblicato da

Ultimo aggiornamento il 14 novembre, 2018. 0 commenti

Vi piace scatenarvi in locali bohémien ma autentici? Non perdetevi la Gran Bodega Saltó, non ve ne pentirete!

Gran Bodega Saltó decorazione
Dove?

Blesa 36
metro: Paral-lel (L2 L3)
Poble Sec

Quando?

Domenica: 12:00-00:00
Lunedì-giovedì: 19:00-2:00
Venerdì-sabato: 12:00-3:00

Quanto?

prezzo del concerto: al vostro buon cuore

Perché?

per il suo ambiente informale
per il suo arredamento eclettico

Telefono:

+34 93 441 37 09

Indirizzo internet:

www.bodegasalto.net/

“Bo” come il suo stile unico: bohémien (e non borghese, mi raccomando). “Bo” come bontà: bontà dei bocconi da assaggiare. Oppure “bó”, “buono” in catalano. Insomma: “bo” come Bodega!

Questo locale esiste a Barcellona da oltre un secolo ed è un posto unico al mondo. Nel 2002,  due persone molto originali, Lidia e José Luis, con l’aiuto di alcuni amici, hanno trasformato questa antica cantina per la degustazione di vini nel il paradiso per barcellonesi un po’ bohémien e amanti della musica dal vivo di artisti locali e delle serate in allegria tra amici.

Ci sono stata un mercoledì sera, cedendo alle forti insistenze di una mia amica, patita del posto, e ho ascoltato esibirsi due musicisti appassionati: Madjid et Joan.

Gli artisti

Madjid Fahem è un chitarrista dall’incredibile talento che completamente rapito dalla sua musica: basta osservare l’espressione che ha sul viso mentre suona per capirlo. E Madjid non è uno sconosciuto: è il chitarrista della Ventura e del gruppo Radio Bemba di Manu Chao. Scusate se è poco!

Quando la sua agenda glielo consente si unisce a Joan Garriga, il fisarmonicista del gruppo catalano La troba del Kung Fu, per cantare e suonare con lui alcuni brani per il pubblico della Bodega.

gran bodega salto botti

Tour con una guida d’eccezione

Quel mercoledì, quindi, siamo arrivate molto prima delle 8 per assicurarci un posto attorno a un grande tavolo. Precauzione inutile dal momento che non siamo rimaste sedute a lungo. Poco male perché questo ci ha permesso di conoscere il simpaticissimo José Luis alias “El tigre”, il proprietario della Bodega, che mi ha accolta con molta cortesia e mi ha fatto visitare il locale nell’attesa che arrivasse il pubblico.

L’arredamento incredibile della Gran Bodega Saltó

Uno spettacolo che mi ha lasciata a bocca aperta… Tigri di tutte le forme e dimensioni accanto a ragni sospesi al soffitto, lunghi fili d’acciaio volteggianti in aria, alti manichini calvi, enormi botti di vino, insegne, fiori, meteoriti, soli giganti…

So bene che detto in questo modo sembra molto brutto, ma non è affatto così! Questa decorazione eclettica realizzata dall’artista Steven Forster e valorizzata da un’illuminazione molto ben orchestrata, ha un lato magico se non addirittura estetico. Incredibile ma vero!

fisarmonica chitarra

Lo spettacolo di quel mercoledì

Alle otto, dunque, alle prime note di chitarra e fisarmonica, tutto il pubblico si è alzato in piedi per cantare e ballare a suon di musica.

E addio posti riservati, tapas prelibate e sandwich: tutti in pista per una bella serata di risate, canti (senza conoscere nemmeno una parola delle canzoni), e danza, con il bicchiere in mano seguendo il ritmo indiavolato di quei due musicisti talentuosi.

Per due volte il basco del fisarmonicista ha fatto il giro tra il pubblico: un modo carino per ringraziare gli artisti per la loro prestazione donando ciascuno in base al proprio budget.

gran bodega salto artisti Madjid e Joan

Consiglio per i contemplativi

Se non vi piace ballare o cantare, vi consiglio di andare comunque alla Bodega, per curiosità: accomodatevi in un angolo ma dovrete fare come noi e andare in anticipo. E poi potrete divertirvi ad osservare la folla di clienti. Lo spettacolo della Bodega va ben oltre il palcoscenico.

Iniziativa di solidarietà

Alla Great Bodega Saltó hanno deciso di collaborare in un’iniziativa di solidarietà del quartiere. Nei giorni di concerti, l’ammissione è gratuita, basta portare una bottiglia di olio d’oliva, prodotto che sarà distribuito fra le famiglie che ne hanno bisogno.

  • Inoltre, per ogni bottiglia che ricevono, il bar metterà 2 euro per i musicisti! È un buon modo per collaborare 🙂

Piccole informazioni utili

Molti gruppi locali si esibiscono alla Gran Bodega Saltò e la programmazione è molto varia. Potete consultarla sul loro sito internet: molto ben fatto, ma disponibile solo in catalano. I nomi dei mesi non sono troppo diversi da quelli italiani e credo che ve la caverete egregiamente.

La Gran Bodega Saltó è celebre anche per i suoi vermouth a suon di musica della domenica mattina.

Grazie alla mia cara amica Fabienne che mi ha fatto scoprire questo posto incredibile!

Quest’articolo ti è piaciuto?

Clicca qui!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

5,00/5 - 2 voto / voti

Loading...

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Il nostro modulo per commenti memorizza il vostro nome e la vostra email in modo che possiamo rispondere al vostro commento e inviarvi notifiche quando riceve risposte (se avete optato per ricevere le notifiche). I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Responsable: Anakena Internet Services, S.L.
  • Finalità: Gestionare i commenti e inviare notifiche automatiche via email in caso di risposta.
  • Legittimizzazione: Consenso esplicito dell’interessato.
  • Destinatari: I dati non saranno condivisi con terzi, salvo obbligo giuridico o esplicita autorizzazione.
  • Diritti: Diritto di accesso, rettifica, cancellazione, limitazione, portabilità e diritto all’oblio.

Il nostro modulo di contatto invia il vostro nome, email e altri dati forniti al nostro team di supporto in modo che possiamo rispondere alle vostre richieste o mettervi in contatto con i nostri partner specializzati che forniscono il servizio che cercate. I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi (eccetto i partner specializzati) e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Finalità: Supporto e contatto con partner specializzati.

A proposito dell'autore

Valérie

Valérie, la creatrice dei “Piccole Dritte per Barcellona” adora scoprire posti nuovi e inediti, trovare le parole giuste per descriverli e lavorare ai piccoli disegnini che decorano il sito. Qual è la cosa che le piace di più di Barcellona? Le linee sinuose e originali di alcuni edifici. È per il suo lato artistico, direbbero i suoi amici. Gaudì fa proprio al caso suo!