Piccolo audiodizionario di catalano per una comunicazione di base

Valérie
Pubblicato da

Ultimo aggiornamento il 28 Agosto, 2019. 0 commenti

Vi piace imparare nuove lingue? Questo piccolo audiodizionario vi sarà utile per scoprire Barcellona e il catalano! "Endavant!"

comunicazione catalano

Come sapete, Barcellona è la capitale della Catalogna. In questa regione ci sono due lingue ufficiali dal 1978: il catalano e lo spagnolo.

Nessun problema se ve la cavate in spagnolo! Potrete tranquillamente comunicare con i barcellonesi perché, a differenza dei luoghi comuni, nessuno di loro si rifiuterà di rispondervi se parlate in spagnolo. Ma se siete curiosi e appassionati di lingue straniere, non perdete l’occasione di imparare qualcosa sul catalano!

Il catalano è una lingua ricca e parlata dalla maggior parte dei barcellonesi

Il catalano è la lingua delle scuole, delle università e del lavoro. Troverete scritte in catalano ovunque a Barcellona: nei mercati, nei negozi, per strada, nei cartelloni pubblicitari,… . Una conoscenza anche basilare del lessico può, quindi, esservi utile durante la vostra vacanza nella capitale catalana.

Per molti anni, sotto la dittatura franchista, l’uso del catalano era vietato. È quindi comprensibile che i catalani adesso rivendichino la loro lingua con orgoglio. Durante la vostra vacanza a Barcellona sentirete e leggerete molto in questa lingua neolatina con suoni e ortografia molto diversi dallo spagnolo o l’italiano.

  • Un consiglio: non sottovalutate questa particolarità! Il catalano è una lingua ricca e appassionante da studiare. Conoscerla è un vantaggio che vi aprirà molte porte e vi permetterà certamente di essere accolti meglio dai barcellonesi.

Imparare alcune parole per una comunicazione di base

Abbiamo preparato per voi un piccolo prontuario per sopravvivere alla vostra vacanza a Barcellona.

  • Attenzione! Il catalano, a differenza dell’italiano, non si scrive come si pronuncia! Per aiutarvi, cliccate sui piccoli triangoli situati dopo le parole in catalano per sentirne la pronuncia.

dessin drapeau catalan

Buongiorno, buongiorno!

  • Bon dia! [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/bon-dia1.mp3″]
    Buongiorno
  • Bona tarda [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/bona-tarda.mp3″]
    Buon pomeriggio
  • Bona nit [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/bona-nit.mp3″]
    Buona notte
  • Adéu [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/04/adeu.mp3″]
    Arrivederci
  • Fins aviat [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/fins-aviat.mp3″]
    A presto

Ebbene, come va va…

  • Com estàs?[sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/com-estas.mp3″]
    Come stai?
  • Com està?[sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/04/com-esta.mp3″]
    Come sta? (Lei formale)
  • Com esteu?[sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/com-esteu.mp3″]
    Come state? (riferito a più persone)
  • Molt bé, gràcies [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/molt-be-gracies.mp3″]
    Molto bene, grazie!
  • Com es diu? [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/com-es-diu.mp3″]
    Come si chiama? (Lei)
  • Com et dius?  [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/com-et-dius.mp3″]
    Come ti chiami?
  • Em dic Toni.  [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/04/em-dic-toni.mp3″]
    Mi chiamo Toni.

L’educazione prima di tutto…

  • Si us plau [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/siusplau.mp3″]
    Per favore (formale e informale)
  • Gràcies [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/gracies.mp3″] ou Merci  [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/04/merci.mp3″]
    Grazie
  • De res [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/04/de-res.mp3″]
    Prego
  • Perdona [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/perdona.mp3″]
    Scusami
  • Perdoni [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/perdoni.mp3″]
    Mi scusi (Lei)
  • Perdoneu [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/perdoneu.mp3″]
    Scusatemi (riferito a più persone)

Più complicato…

  • Perdona, m’ho pots repetir? [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/04/ho-pots-repetir.mp3″]
    Scusa, puoi ripetere?
  • No parlo bé el català. [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/no-parlo-catala.mp3″]
    Non parlo bene catalano.
  • Parla francès? [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/parla-frances.mp3″]
    Parla francese?
  • Parla anglès? [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/parla-angles.mp3″]
    Parla inglese?
  • Parla castellà? [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/parla-castella.mp3″]
    Parla spagnolo?

Lessico per non perdere la strada

dessin sagrada familia

Le strade di Barcellona hanno tutte un nome in catalano: vi sarà, quindi, utile conoscere alcune parole.

  • El carrer:[sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/el-carrer.mp3″]
    la via
  • L’avinguda [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/avinguda.mp3″]
    Il viale
  • La plaça [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/la-plaça.mp3″]
    la piazza
  • El passeig [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/el-passeig.mp3″]
    il viale
  • La rambla [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/la-rambla.mp3″]
    La via
  • a la dreta [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/a-la-dreta.mp3″]
    a destra
  • a l’esquerra [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/a-lesquerra.mp3″]
    a sinistra
  • tot recte [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/03/tot-recte.mp3″]
    dritto

Mi sono perso!

  • Per anar a la Sagrada Família, si us plau? [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/04/sagrada-familia2.mp3″]
    Mi scusi, per andare alla Sagrada Familia?
  • Ón sóc, al mapa? [sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/04/on-soc-al-mapa2.mp3″]
    Dove mi trovo sulla mappa?

I numer1

    1. u[sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/04/un1.mp3″]
      uno
    1. dos[sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/04/dos1.mp3″]
      due
    1. tres[sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/04/tres1.mp3″]
      tre
    1. quatre[sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/04/quatre1.mp3″]
      quattro
    1. cinc[sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/04/cinc2.mp3″]
      cinque
    1. sis[sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/04/sis2.mp3″]
      sei
    1. set[sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/04/set1.mp3″]
      sette
    1. vuit[sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/04/vuit2.mp3″]
      otto
    1. nou[sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/04/nou1.mp3″]
      nove
    1. deu[sc_embed_player fileurl=”/wp-content/uploads/2015/04/deu1.mp3″]
      dieci

Bonus: Barça! Barça! Baaaaarça!

disegno pallone barça

È facile imparare le lingue cantando!

Se siete appassionati di calcio e volete far colpo sui tifosi catalani durante una partita al Camp Nou (potreste anche stringere amicizia), imparate l’inno del Barça in modo divertente e interattivo grazie al video che abbiamo preparato.

Una volta imparate le parole, allenatevi con la nostra versione karaoke per imparare a cantare l’inno del Barça come un vero barcellonese!

Visca Barça!

Un super sito per imparare il catalano online:

parla.cat, comunicazione basica

Infine, se siete molto motivati, potete lanciarvi nell’apprendimento del catalano online grazie a Parla.cat, un super sito creato dal dipartimento culturale del governo catalano.

Date un’occhiata: è audiovisivo e molto ben fatto!

In conclusione, per completare il vostro kit di sopravvivenza in Catalogna, non dimenticate di consultare quest’articolo: Prontuario di catalano per comunicare in hotel o al ristorante.

Un grande grazie a Louis che ci ha dato l’idea di scrivere quest’articolo e a Goretti e Toni che ci hanno prestato le loro voci!

Quest’articolo ti è piaciuto?

Cliccate qui!

valutazione
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

5,00/5 - 1 voto / voti

Loading...

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Il nostro modulo per commenti memorizza il vostro nome e la vostra email in modo che possiamo rispondere al vostro commento e inviarvi notifiche quando riceve risposte (se avete optato per ricevere le notifiche). I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Responsable: Anakena Internet Services, S.L.
  • Finalità: Gestionare i commenti e inviare notifiche automatiche via email in caso di risposta.
  • Legittimizzazione: Consenso esplicito dell’interessato.
  • Destinatari: I dati non saranno condivisi con terzi, salvo obbligo giuridico o esplicita autorizzazione.
  • Diritti: Diritto di accesso, rettifica, cancellazione, limitazione, portabilità e diritto all’oblio.

Il nostro modulo di contatto invia il vostro nome, email e altri dati forniti al nostro team di supporto in modo che possiamo rispondere alle vostre richieste o mettervi in contatto con i nostri partner specializzati che forniscono il servizio che cercate. I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi (eccetto i partner specializzati) e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Finalità: Supporto e contatto con partner specializzati.

A proposito dell'autore

Valérie

Valérie, la creatrice dei “Piccole Dritte per Barcellona” adora scoprire posti nuovi e inediti, trovare le parole giuste per descriverli e lavorare ai piccoli disegnini che decorano il sito. Qual è la cosa che le piace di più di Barcellona? Le linee sinuose e originali di alcuni edifici. È per il suo lato artistico, direbbero i suoi amici. Gaudì fa proprio al caso suo!