Montjuïc: cultura, sport, architettura e relax nel polmone verde di Barcellona

Pauline
Pubblicato da

Ultimo aggiornamento il 14 novembre, 2018. 0 commenti

La collina di Montjuïc è una delle zone più piacevoli di Barcellona. Tra natura, sport, arte e architettura, scoprite le sue molte sfaccettature!

MNAC Montjuïc

Avete bisogno di prendere una boccata d’aria? Non è necessario andar via da Barcellona: vi basterà fare un salto a Montjuïc per staccare dall’agitazione del centro della città.

  • Il nome di questa collina deriva o dal catalano medievale che significa “Collina degli ebrei” o dal latino “Mons Jovicus”, che significa “Monte di Giove”.

Un po’ di storia…

Montjuïc è sempre stato un luogo strategico a Barcellona: la collina era ideale per difendere la città dai nemici esterni, per reprimere le rivolte e incarcerare i prigionieri politici sotto la dittatura franchista. Ed è qui che si è tenuta l’Esposizione universale del 1928.

disegno castello montjuic

 

Nel 1992, la collina di Montjuïc sfoderò il suo lato sportivo accogliendo molti eventi delle Olimpiadi di Barcellona.

Al giorno d’oggi Montjuïc continua a caratterizzarsi per le attività varie e interessanti che propone.

Montjuïc, un tempio all’arte e alla cultura

mnac montjuïc

Montjuïc ospita numerosi centri culturali.

  • La Fondazione Miró: propone un affascinante percorso attraverso l’opera del pittore e scultore catalano.
  • Il Museo Nazionale d’Arte Catalana (MNAC): custodisce i lavori dei principali artisti catalani a partire dal XII secolo.
  • CaixaForum: un centro culturale che si caratterizza per la qualità delle mostre temporanee e che si concentra principalmente sull’arte.

Montjuïc, punto di riferimento per l’architettura

caixaforum barcellona ai piedi di Montjuic

Spesso si associa Montjuïc ai suoi parchi e giardini, ma le sue verdi fronde nascondono dei veri gioielli architettonici.

  • L’antica fabbrica tessile Casaramona: un sorprendente edificio art nouveau che ospita oggi il CaixaForum, che vi raccomandiamo di visitare!
  • Il Palazzo Nazionale di Montjuïc: un altro edificio dalla bellezza innegabile che ospita un museo appassionante (il MNAC) che vale decisamente la pena visitare.
  • Il Padiglione Mies van der Rohe: costruito in occasione dell’Esposizione universale del 1929, il padiglione Mies van der Rohe è stato smantellato alla fine dell’evento prima di essere ricostruito identico negli anni ’80 da un gruppo di architetti catalani.
  • Poble Espanyol: un progetto architettonico molto particolare, il cui scopo era quello di creare il villaggio spagnolo ideale, riproducendo gli edifici più suggestivi e le piazze più affascinanti di ogni comunità autonoma del paese. Leggete il nostro articolo sul Poble Espanyol.
  • Il Palau Sant Jordi: costruito in occasione delle Olimpiadi del 1992, il Palau Sant Jordi è una meraviglia architettonica. Vista la sua incredibile acustica, è usato oggi come sala concerti.
  • Il Castello di Montjuïc: questa fortezza militare costruita tra il 1640 e il 1779 domina la città. Trasformata in prigione militare durante la guerra civile spagnola, il castello fu il triste teatro di molti processi ed esecuzioni.
  • La torre delle telecomunicazioni di Montjuïc: non potrete non vederla! Il suo stile audace e innovativo la rende distinguibile anche da lontano. Questa costruzione ha rivoluzionato completamente il concetto di torre per le telecomunicazioni.

Montjuïc, il paradiso degli sportivi

montjuic torre delle telecomunicazioni

 

Montjuïc è il paradiso degli sportivi per diverse ragioni:

  • Il villaggio olimpico: costruito per accogliere alcune gare delle Olimpiadi del 1992, è formato dall’anello olimpico, lo stadio Lluís Companys, il Palau Sant Jordi e la torre delle telecomunicazioni.
  • La piscina olimpionica: ha ospitato le gare di tuffi nel 1992. Questa piscina all’aperto offre una visuale straordinaria con un panorama mozzafiato su tutta la città. Ulteriori informazioni nel nostro articolo sulle piscine a Barcellona.
  • Il museo olimpico e dello sport: per sapere tutto sulla vita sportiva e il ruolo dello sport nell’integrazione sociale.
  • Le zone verdi per fare jogging: e per finire, Montjuïc è il posto ideale per fare un po’ di sport! Le aree verdi che ricoprono la collina rendono particolarmente piacevole la corsa a piedi. Ma fate attenzione: ci sono molte salite!

Montjuïc, la dolce vita

caseta del migdia Montjuic

  • Parchi e giardini: Montjuïc è il polmone verde di Barcellona e i suoi parchi e giardini sono uno più bello dell’altro!
  • Viste e panorama: Montjuïc offre viste indimenticabili, da un lato la città, dall’altro il mare o il porto industriale. Difficile scegliere la migliore!
  • Picnic vivaci: come ogni parco che si rispetti, Montjuïc è l’ideale per i picnic. In estate, il festival Brunch in the Park è un evento imperdibile e attira sia i giovani festaioli che le famiglie con bambini. L’idea? Un enorme picnic in un parco, DJ, piste da ballo e attività per bambini. È una bellissima atmosfera!
  • Un festival del cinema all’aria aperta: ogni anno nel mese di luglio si svolge la Sala Montjuïc, un festival del cinema all’aria aperta nei giardini del castello di Montjuïc. La programmazione si concentra su film cult di ogni epoca.
  • Un ristorante con vista: languorino? Che ne dite di piatti saporiti con vista sulla città? Se l’idea vi stuzzica, non perdetevi il ristorante Martinez.
  • Un bar bucolico: immerso nella vegetazione lussureggiante troverete la caseta del Migdia, il luogo ideale dove rilassarsi bevendo un buon cocktail.

Raggiungere Montjuïc

vista sagrada familia da montjuic

  • In funicolare da Paral·lel, al prezzo di una corsa singola.
  • In teleferica più costoso ma più pittoresco.
  • In bici elettrica: un’esperienza molto simpatica che vi farà pedalare senza faticare.
  • In autobus: linee 55 e 150.
  • In macchina: potrete posteggiare nel parcheggio che si trova vicino al castello di Montjuïc o lungo gli ampi viali circostanti (ma attenzione a posteggiare bene o rischiate di farvi portare via la macchina dal carro attrezzi).

Buona passeggiata!

Quest’articolo ti è piaciuto?

Clicca qui!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

5,00/5 - 2 voto / voti

Loading...

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Il nostro modulo per commenti memorizza il vostro nome e la vostra email in modo che possiamo rispondere al vostro commento e inviarvi notifiche quando riceve risposte (se avete optato per ricevere le notifiche). I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Responsable: Anakena Internet Services, S.L.
  • Finalità: Gestionare i commenti e inviare notifiche automatiche via email in caso di risposta.
  • Legittimizzazione: Consenso esplicito dell’interessato.
  • Destinatari: I dati non saranno condivisi con terzi, salvo obbligo giuridico o esplicita autorizzazione.
  • Diritti: Diritto di accesso, rettifica, cancellazione, limitazione, portabilità e diritto all’oblio.

Il nostro modulo di contatto invia il vostro nome, email e altri dati forniti al nostro team di supporto in modo che possiamo rispondere alle vostre richieste o mettervi in contatto con i nostri partner specializzati che forniscono il servizio che cercate. I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi (eccetto i partner specializzati) e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Finalità: Supporto e contatto con partner specializzati.

A proposito dell'autore

Pauline

Pauline è una letterata curiosa e amante della cucina. Per scrivere i suoi articoli ama scovare i posti più originali e autentici che sedurranno i vostri occhi e le vostre papille. Cosa preferisce a Barcellona? Perdersi nella città antica e inebriarsi con la sua atmosfera magica... o con i profumi dei buoni piatti preparati nelle cucine. Un vero piacere!