Vila Viniteca: il tempio dei vini e dei formaggi a Barcellona

Pauline
Rédigé da .

Ultimo aggiornamento il 18 maggio, 2017. 0 commenti

Gli intenditori non avranno bisogno di ulteriori spiegazioni: Vila Viniteca. Un negozio che mantiene inalterato il suo fascino di una volta e che vi farà sognare ad occhi aperti.

Vila Viniteca
Dove?

Agullers 7-9
Born
metro: Jaume I (L4)

Quando?

dal lunedì al sabato
dalle 8:30 alle 20:30
luglio e agosto: chiuso il sabato dalle 14:30

Quanto?

a partire da 1 euro

Perché?

per l'incredibile varietà di vini
per la sua atmosfera autentica

Telefono:

(+34) 902 327 777

Indirizzo internet:

www.vilaviniteca.es

Situata in una stradina del quartiere del Born, la Vila Viniteca è un’attività a conduzione familiare inaugurata nel 1932 e in continua espansione.

Conosciuto e apprezzato tanto in Catalogna come in Spagna e all’estero, questo negozietto dal fascino unico e autentico è una vera istituzione per la città di Barcellona!

Vila Viniteca, una storia di famiglia

Dal 1932, i barcellonesi del Born vengono a far scorta di frutta e verdura a Vila Viniteca. Quello che all’origine era un negozio di ortofrutta e spezie, ha poi ampliato la gamma di prodotti offerti fino a rifornire di vini e liquori molti ristoranti del quartiere.

È nel 1992 che nasce Vila Viniteca come la conosciamo oggi: due negozi uno di fronte all’altro, uno dedicato agli alimentari, l’altro ai vini.

Oggi la Vila Viniteca è gestita dai nipoti dei fondatori. Simpatici e sorridenti, sono sempre presenti nel loro negozio, a contatto con i prodotti e con i clienti.

vila viniteca strada

L’incredibile selezione di vini

Lo stupore di fronte a Vila Viniteca

“Wow!” Ecco la prima reazione di un cliente che varca per la prima volta la soglia del negozio. Le pareti sono ricoperte di bottiglie, dal soffitto al pavimento. Piccole corsie sono ricavate grazie ad altre cassette di vino.

La Catalogna e la Spagna sono le nazioni più rappresentate, ma troverete vini provenienti da oltre 55 paesi. In totale il negozio vende bottiglie prodotte in oltre 200 aziende vinicole in tutto il mondo.

vila viniteca interno

Comprare a Vila Viniteca

Come scegliere di fronte a tutta questa ampia varietà? È semplice, chiedete ai commessi: sono sommelier o enologi. Parlano tutti inglese e alcuni anche altre lingue.

Per quanto riguarda i prezzi, troverete di tutto: la bottiglia più cara è quella di un Mouton-Rotschild del 1945 venduta alla modica cifra di 15 000 euro, ma i prezzi partono da 2 euro.

vila viniteca vetrina

Degustare i vini della Vila Viniteca

Vila Viniteca è un vero e proprio emblema del quartiere. Dal 1994 organizza ogni novembre la Fiesta del Vino Joven (festa del vino d’annata) nelle strade del Born.

È una bella iniziativa che consiste nel presentare i vini delle nuove raccolte di più di 30 viticoltori. Al prezzo di circa 5 euro, potrete degustare differenti varietà di vini accompagnati da tapas provenienti direttamente dalle cucine dei ristoranti più popolari del quartiere.

La Teca: formaggi e altre specialità gastronomiche

Una varietà di oltre 350 formaggi

La Teca è la parte più antica di Vila Vinateca: è lì che i fondatori del negozio vendevano frutta e verdura negli anni 30. Potete ancora comprarne, ma adesso la specialità della casa è un’altra.

vila viniteca formaggi

L’emblema della Teca oggi è, infatti, il formaggio: ne troverete oltre 350 tipi disponibili ogni settimana, a seconda della fornitura. Sono tutti prodotti artigianalmente e esposti nel negozio.

Qualità e degustazione

Al di là dei formaggi, troverete prosciutto iberico, olio d’oliva, spezie e cioccolata… . Il denominatore comune è la loro ottima qualità garantita dai proprietari, che lavorano a stretto contatto con i produttori.

In fondo al negozio è stato allestito un piccolo angolo ristorazione in cui i clienti possono assaggiare alcuni prodotti abbinandoli ai vini più adatti.

vila viniteca salumeria

Un negozio pluripremiato

Vila Viniteca rifornisce gli hotel e i ristoranti più famosi della città. Il titolare, Quim Vila, è stato eletto Professionista dell’anno 2007 dall’Accademia gastronomica catalana e ha ricevuto la medaglia al merito agrario da parte del Ministero dell’Agricoltura francese. E queste sono solo alcune delle onorificenze ricevute!

Quest’articolo ti è piaciuto?

Clicca qui!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

5,00/5 - 2 voto / voti

Loading...

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Il nostro modulo per commenti memorizza il vostro nome e la vostra email in modo che possiamo rispondere al vostro commento e inviarvi notifiche quando riceve risposte (se avete optato per ricevere le notifiche). I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Responsable: Anakena Internet Services, S.L.
  • Finalità: Gestionare i commenti e inviare notifiche automatiche via email in caso di risposta.
  • Legittimizzazione: Consenso esplicito dell’interessato.
  • Destinatari: I dati non saranno condivisi con terzi, salvo obbligo giuridico o esplicita autorizzazione.
  • Diritti: Diritto di accesso, rettifica, cancellazione, limitazione, portabilità e diritto all’oblio.

Il nostro modulo di contatto invia il vostro nome, email e altri dati forniti al nostro team di supporto in modo che possiamo rispondere alle vostre richieste o mettervi in contatto con i nostri partner specializzati che forniscono il servizio che cercate. I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi (eccetto i partner specializzati) e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Finalità: Supporto e contatto con partner specializzati.

A proposito dell'autore

Pauline

Pauline è una letterata curiosa e amante della cucina. Per scrivere i suoi articoli ama scovare i posti più originali e autentici che sedurranno i vostri occhi e le vostre papille. Cosa preferisce a Barcellona? Perdersi nella città antica e inebriarsi con la sua atmosfera magica... o con i profumi dei buoni piatti preparati nelle cucine. Un vero piacere!