Il decalogo anti-borseggio a Barcellona

Valérie
Pubblicato da

Ultimo aggiornamento il 14 novembre, 2018. 0 commenti

Ah i borseggiatori di Barcellona! Ci si potrebbe scrivere un libro o fare un film. Ma attenzione a non diventare paranoici!

borseggiatori Barcellona

Seguite i nostri consigli per depistare i borseggiatori e avrete ottime possibilità di ritornare a casa senza storie tristi da raccontare!

Il nostro decalogo per evitare di cadere vittima dei borseggiatori

1- Luoghi turistici e metro

Siate particolarmente attenti nei seguenti posti: le Ramblas, il quartiere gotico, il Raval, la metro, gli autobus e le spiagge.

2- Non date nell’occhio

Evitate di indossare il tipico completo da turista: cappellino colorato, macchina fotografica appesa attorno al collo come se fosse una ghirlanda di fiori, bermuda e zainetto. Optate per una tenuta sobria con colori discreti. È vero, non trasmette molta allegria, ma attirerete meno l’attenzione dei borseggiatori.disegno berretto, borseggiatori

3- Preferite le tasche

Visitate Barcellona senza borse o zaini e mettete il denaro nelle tasche interne delle giacche o in quelle anteriori dei pantaloni proteggendole, quando possibile, con una mano. Fate attenzione a non mettere tutti i vostri averi nella stessa tasca.

4- Viaggiate leggeri

Ogni giorno, portate con voi il minimo indispensabile: una sola carta di credito e un solo documento d’identità. Lasciate tutti gli altri documenti e oggetti di valore in un posto sicuro, ad esempio in un deposito esterno se l’albergo in cui alloggiate non mette cassette di sicurezza a disposizione dei clienti.

5- La tracolla

Se non vi bastano le tasche per i vostri oggetti, evitate di portare uno zaino e preferite una tracolla da tenere avanti a voi. In inverno nascondetela sotto la giacca o il cappotto, in estate assicuratevi di proteggerla mettendo una mano davanti.

6- Consultate la mappa con discrezione

Vi siete persi nel dedalo del centro storico? È possibile, capita a tutti. Però evitate di aprire la mappa della città proprio nel centro della strada. Mettetevi di canto, possibilmente con le spalle al muro e rivolti verso la strada. Più sarete discreti, meno sarete vulnerabili.

7- Bar, terrazze e spiagge

Non lasciate mai la borsa a terra o su una sedia vuota quando siete al ristorante, in un bar o su una terrazza. Tenetela sempre sulle ginocchia. Molti bar hanno degli appendini sotto i banconi: approfittatene per appendere la vostra borsa e tenetela tra le gambe.

Sulle spiagge di Barcellona non andate a fare il bagno lasciando tutti i vostri averi incustoditi sulla sabbia. Se siete in gruppo fate dei turni di guardia. Diffidate anche dei venditori ambulanti o delle persone che vi propongono massaggi o altri servizi.

8- Macchine fotografiche e cellulari

Se volete fare una foto, assicuratevi di avere la cordina della macchina fotografica attorno al polso; una volta scattata la foto, riponete la macchina fotografica nello zaino, chiudetelo bene e tenetelo vicino a voi. Se siete dipendenti dallo smartphone non dovete smettere di usarlo, ma fate attenzione perché i borseggiatori approfittano dei momenti di distrazione per derubarvi.

9- I finti turisti

I borseggiatori spesso si mischiano nella folla e si fanno passare per turisti. Fingono di essersi persi e girano con grandi mappe della città per nascondere i rapidi movimenti delle mani con cui derubano le loro vittime.

10- Altre tecniche da borseggiatori

Se venite circondati da un gruppo di persone che vuole farvi firmare una petizione, se qualcuno barcolla o grida al ladro, fate attenzione: sono tecniche tipiche dei borseggiatori.

Se doveste essere vittime di borseggio, consultate il nostro articolo su cosa fare in caso di furto. Ma in realtà, se seguite i nostri consigli, non avrete alcun problema.

Uomo avvisato, mezzo salvato! Adesso ci resta solo da augurarvi una tranquilla vacanza a Barcellona!

Quest’articolo ti è piaciuto?

Clicca qui!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

5,00/5 - 5 voto / voti

Loading...

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Il nostro modulo per commenti memorizza il vostro nome e la vostra email in modo che possiamo rispondere al vostro commento e inviarvi notifiche quando riceve risposte (se avete optato per ricevere le notifiche). I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Responsable: Anakena Internet Services, S.L.
  • Finalità: Gestionare i commenti e inviare notifiche automatiche via email in caso di risposta.
  • Legittimizzazione: Consenso esplicito dell’interessato.
  • Destinatari: I dati non saranno condivisi con terzi, salvo obbligo giuridico o esplicita autorizzazione.
  • Diritti: Diritto di accesso, rettifica, cancellazione, limitazione, portabilità e diritto all’oblio.

Il nostro modulo di contatto invia il vostro nome, email e altri dati forniti al nostro team di supporto in modo che possiamo rispondere alle vostre richieste o mettervi in contatto con i nostri partner specializzati che forniscono il servizio che cercate. I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi (eccetto i partner specializzati) e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Finalità: Supporto e contatto con partner specializzati.

A proposito dell'autore

Valérie

Valérie, la creatrice dei “Piccole Dritte per Barcellona” adora scoprire posti nuovi e inediti, trovare le parole giuste per descriverli e lavorare ai piccoli disegnini che decorano il sito. Qual è la cosa che le piace di più di Barcellona? Le linee sinuose e originali di alcuni edifici. È per il suo lato artistico, direbbero i suoi amici. Gaudì fa proprio al caso suo!