Castells: la tradizione delle torri umane, un simbolo catalano

Pauline
Pubblicato da

Ultimo aggiornamento il 18 maggio, 2017. 0 commenti

I castells sono delle torri umane in cui l'unione fa la forza. Fate il possibile per assistere a uno di questi spettacoli durante il vostro soggiorno!

castells

Dal XVIII secolo, una delle tradizioni più radicate della Catalogna è la formazione di castells (castelli in italiano) o torri umane formate da diversi piani. Hanno luogo regolarmente delle esibizioni pubbliche, soprattutto durante le manifestazioni culturali di Barcellona e del resto della Catalogna.

Storia dei castells

L’origine dei castells è incerta, ma si pensa che siano nati dalle antiche danze valenciane che terminavano con delle piccole torri umane. Nel tempo è diventata una disciplina a sé stante.

Nonostante i simboli catalani come l’inno nazionale, la sardana, la bandiera e naturalmente la lingua fossero vietati durante la dittatura franchista, i castells non sono mai stati oggetto di una vera e propria proibizione. In quegli anni sono stati pressappoco ignorati, prima di tornare con forza negli anni ’80, durante la transizione democratica.

  • Dal 2006, i castells sono iscritti al patrimonio mondiale immateriale dell’UNESCO.

castells: modalità d’uso

Svolgimento dei castells

castells sono delle torri umane statiche da sei a dieci piani. In linea di massima, c’è sempre un bambino munito di casco che si arrampica fino in cima. Il castell si conclude quando quest’ultimo alza le braccia in aria, ma è considerato davvero valido solo quando tutti i partecipanti tornano a terra e non si verificano cadute.

castells si costruiscono a un ritmo chiamato “toc de castells”: i castellers seguono la melodia per coordinare i loro movimenti. Prima di ogni castell, suona il “toc d’entrada a la plaça”. I castells sono generalmente seguiti da un pasto, a cui è invitato il pubblico quando suona la canzone del “toc de vermut”.

Come vedete, tutto è orchestrato alla perfezione!

Composizione dei castells

castells si dividono in tre parti:

  • La pinya (pigna): la base della torre. Il suo ruolo è quello di ammortizzare la caduta, nel caso in cui dovesse verificarsi. È quindi su di lei che ricade tutto il peso del castell.
  • Il tronc (tronco): struttura verticale che collega la base e la cima della torre.
  • Il pom de dalt (parte superiore): è formato dai bambini perché il loro peso piuma e la loro agilità permette loro di arrampicarsi più facilmente sul castell.

castellers (così si chiamano i partecipanti al castell) più robusti sono messi in basso alla torre. Più si sale, più i castellers sono leggeri e agili.

Un’esperienza autentica e unica: assistere a una prova di castells

castells gracia

Vi piacerebbe scoprire il dietro le quinte dei castells? Fate bene, perché si tratta di un’esperienza particolarmente affascinante e insolita.

Abbiamo avuto la fortuna di scoprire tutti i preparativi necessari per la buona riuscita di un castell partecipando a una visita guidata molto istruttiva proposta dall’associazione di Gràcia. Il risultato? Ci è piaciuta tantissimo!

La visita guidata si divide in diverse parti:

  • un’introduzione esplicativa sulle diverse parti che compongono il castell e sui quattro valori principali che permettono di realizzarlo perfettamente: coraggio, buonsenso, forza ed equilibrio.
  • un video multilingue per comprendere al meglio questa tradizione catalana.
  • un mini corso pratico per comprendere l’importanza di tutti i partecipanti, qualsiasi sia il loro ruolo. Il tutto si concluderà con un bicchiere in un’atmosfera conviviale per brindare alla salute di tutti.
  • Un’immersione ai piedi del castello per vedere da vicino il coinvolgimento e la concentrazione di ogni casteller.

ticketsCliccate qui per partecipare a una prova e vivere una sperienza unica

Costumi dei castellers

L’evoluzione del costume nel tempo

Dato che i castell trovano la loro origine nelle danze valenciane, i primi castellers erano vestiti con i loro costumi da ballerini: pantaloni e camicia in colori chiari, una sorta di gonnellino portato sui pantaloni, fusciacca, foulard sulla testa, sonagli alle caviglie e nacchere in mano.

Questa mise si rivelava tuttavia poco pratica per costruire un bel castell. Oggi, il costume tradizionale è composto solo da pantaloni bianchi, cintura di flanella chiamata faixa, camicia e bandana. Solo i castellers della pinya portano le scarpe, gli altri sono a piedi nudi. I bambini devono portare un casco per evidenti motivi di sicurezza.

Costumi e colles (compagnie)

castellers si organizzano in compagnie (colles) e si affrontano in numerosi concorsi. L’obiettivo? Realizzare il castell più impressionante. Per essere riconoscibili, i membri delle compagnie portano una camicia dello stesso colore.

Dove e quando vedere i castells?

I castells sono realizzati in genere la domenica a mezzogiorno nella piazza del comune tra giugno e ottobre. Fanno sempre parte della festa durante le Festes Majors dei diversi quartieri di Barcellona e durante le feste popolari catalane: nel giorno della Catalogna (11 settembre), durante la festa della Mercè (24 settembre), ecc.

Sono momenti autentici e corali da non perdere per nulla al mondo! 😉

Quest’articolo ti è piaciuto?

Clicca qui!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

5,00/5 - 3 voto / voti

Loading...

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Il nostro modulo per commenti memorizza il vostro nome e la vostra email in modo che possiamo rispondere al vostro commento e inviarvi notifiche quando riceve risposte (se avete optato per ricevere le notifiche). I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Responsable: Anakena Internet Services, S.L.
  • Finalità: Gestionare i commenti e inviare notifiche automatiche via email in caso di risposta.
  • Legittimizzazione: Consenso esplicito dell’interessato.
  • Destinatari: I dati non saranno condivisi con terzi, salvo obbligo giuridico o esplicita autorizzazione.
  • Diritti: Diritto di accesso, rettifica, cancellazione, limitazione, portabilità e diritto all’oblio.

Il nostro modulo di contatto invia il vostro nome, email e altri dati forniti al nostro team di supporto in modo che possiamo rispondere alle vostre richieste o mettervi in contatto con i nostri partner specializzati che forniscono il servizio che cercate. I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi (eccetto i partner specializzati) e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Finalità: Supporto e contatto con partner specializzati.

A proposito dell'autore

Pauline

Pauline è una letterata curiosa e amante della cucina. Per scrivere i suoi articoli ama scovare i posti più originali e autentici che sedurranno i vostri occhi e le vostre papille. Cosa preferisce a Barcellona? Perdersi nella città antica e inebriarsi con la sua atmosfera magica... o con i profumi dei buoni piatti preparati nelle cucine. Un vero piacere!