Erasmus a Barcellona: i nostri consigli per prepararsi al meglio a uno scambio universitario

Pubblicato da nella categoria Arrivare, Erasmus, tirocinio. Ultimo aggiornamento il 18 maggio, 2017. 0 commenti

Un Erasmus a Barcellona è un'esperienza incredibile che consigliamo a tutti. Ecco i nostri consigli per facilitare il vostro arrivo e la vostra sistemazione.

università di barcellona Erasmus

Avete fatto domanda per un Erasmus o per uno scambio universitario e passerete un semestre o un anno a Barcellona? Ottima decisione! Benvinguts a Barcelona!

Ma, prima di iniziare, dovrete pensare a tutti i dettagli del vostro arrivo a Barcellona e della vostra sistemazione. Se avete visto il film L’appartamento spagnolo, saprete che alcune formalità sono decisamente fastidiose… Ecco i nostri consigli.

Prima di partire per il vostro Erasmus

Fate un bilancio di salute

Non serve alcun vaccino speciale prima della vostra partenza per la Spagna, ma è sempre preferibile fare un bilancio di salute dal vostro medico di famiglia. Meglio prevenire che curare!

Allo stesso modo, ricordatevi di prendere appuntamento dai medici specialisti che vedete più spesso prima di partire! Sarà molto più semplice che trovarli sul posto. Durante il vostro Erasmus, avrete di meglio da fare che andare dal medico!

Chiedete la Carta europea di assicurazione per malattia

Se risiedete all’interno dell’Unione europea, richiedete la vostra Carta europea di assicurazione per malattia presso la vostra mutua studentesca o la vostra assicurazione per malattia. Non sbrigate queste formalità all’ultimo minuto perché ci vogliono circa 15 giorni dal momento della richiesta.

La Carta europea di assicurazione per malattia è gratuita e offre numerosi vantaggi. Se vi ammalate durante il vostro Erasmus, vi permetterà di ricevere le cure necessarie nelle strutture sanitarie pubbliche senza pagare alcun anticipo.

  • Attenzione: se consultate un medico privato, le spese sono a vostro carico e dovrete controllare con la vostra assicurazione le modalità di rimborso. L’assistenza per il rimpatrio e la responsabilità civile sono anch’esse a vostro carico (tranne se sottoscrivete un’assicurazione per malattia).
  • Buono a sapersi: a Barcellona, le leggi che riguardano le farmacie sono meno rigide che in altri paesi. Se vi sentite male, potete andare a chiedere consiglio al vostro farmacista prima di consultare un medico (l’attesa potrebbe essere lunga nelle strutture sanitarie pubbliche).

Aprire o non aprire un conto bancario in Spagna?

disegno salvadanaio maialino

Prima di partire, consultate le condizioni del vostro contratto bancario: i bonifici all’estero sono a pagamento? Anche nella zona euro? I limiti massimi di spesa e di prelievo sono sufficienti? Potete aumentarli? Contate di lavorare e di ricevere quindi uno stipendio? Prenderete un appartamento a vostro nome (accompagnato dalle relative fatture)? Preferite una carta telefonica prepagata o un abbonamento?

A voi la scelta in base alle vostre risposte a queste domande!

Aprire un conto

Andate in una banca di vostra scelta con un NIE (numero di immatricolazione per stranieri) e il vostro passaporto o carta d’identità in vigore. Santander o La Caixa sono banche notoriamente care, mentre ING direct è completamente gratuita. In compenso, però, ha poche filiali a Barcellona, dato che si tratta di una banca online.

Non aprire un conto in Spagna

Se venite da un paese della zona euro, contate di vivere in un appartamento in comune senza lavorare e pensate che una carta telefonica prepagata faccia al caso vostro, non vi sarà utile aprire un conto.

Una volta sul posto

Trovare un alloggio a Barcellona

Trovare un alloggio, è la preoccupazione numero 1 quando si arriva a Barcellona. Dato che si tratta di una questione spinosa che è meglio trattare in dettaglio, le abbiamo dedicato un intero articolo. Leggetelo cliccando qui.

Potete anche cercare un appartamento condiviso, una formula molto divertente e diffusa a Barcellona.

Acquistare una sim spagnola

Se non avete il NIE o un conto spagnolo, dovrete necessariamente optare per una carta prepagata.

Se avete entrambi, potete firmare un abbonamento, ma ricordate di leggere bene la durata dell’impegno, Sarebbe un peccato continuare a pagare dopo che avrete lasciato Barcellona…

Le carte sim si possono acquistare da The Phone House o direttamente nei negozi degli operatori (Orange, Movistar, Yoigo, Vodafone…). Sono dappertutto in città!

Acquistare un abbonamento per i trasporti

metro disegno post

Se dovete prendere i mezzi pubblici per andare all’università, considerate quante andate e ritorni farete nella settimana per sapere quale abbonamento è il più conveniente. Consultate il nostro articolo comparativo sui biglietti dei mezzi pubblici a Barcellona.

  • Se vivete al centro, non dimenticate che potete spostarvi agevolmente a piedi e così risparmiare un bel po’ sui trasporti.

Scegliere i propri corsi in base alla lingua di insegnamento

Una volta a Barcellona, sarete sicuramente convocati a una riunione informativa per gli studenti stranieri nella vostra università. Vi parleranno della vita studentesca del posto, delle associazioni che organizzano serate e viaggi Erasmus e dei corsi.

Nella maggior parte dei casi, comporrete i vostri impegni scegliendo le materie che vi interessano. In Catalogna, molte materie sono insegnate in catalano. Ma nonostante questa lingua sia simile allo spagnolo e al francese, non pensate che sia facile comprenderla e parlarla!

Volete assolutamente iscrivervi ad alcuni corsi anche se sono in catalano? Prendetela come una sfida interessante! In ogni caso, potrete svolgere i vostri compiti ed esami in spagnolo.

Un buon inizio per il vostro studio? Il nostro piccolo lessico audio in catalano per una comunicazione di base! Forza, al lavoro! 😉

Quest’articolo ti è piaciuto?

Clicca qui!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

4,00/5 - 4 voto / voti

Loading...

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Il nostro modulo per commenti memorizza il vostro nome e la vostra email in modo che possiamo rispondere al vostro commento e inviarvi notifiche quando riceve risposte (se avete optato per ricevere le notifiche). I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Responsable: Anakena Internet Services, S.L.
  • Finalità: Gestionare i commenti e inviare notifiche automatiche via email in caso di risposta.
  • Legittimizzazione: Consenso esplicito dell’interessato.
  • Destinatari: I dati non saranno condivisi con terzi, salvo obbligo giuridico o esplicita autorizzazione.
  • Diritti: Diritto di accesso, rettifica, cancellazione, limitazione, portabilità e diritto all’oblio.

Il nostro modulo di contatto invia il vostro nome, email e altri dati forniti al nostro team di supporto in modo che possiamo rispondere alle vostre richieste o mettervi in contatto con i nostri partner specializzati che forniscono il servizio che cercate. I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi (eccetto i partner specializzati) e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Finalità: Supporto e contatto con partner specializzati.

A proposito dell'autore

Pauline

Pauline è una letterata curiosa e amante della cucina. Per scrivere i suoi articoli ama scovare i posti più originali e autentici che sedurranno i vostri occhi e le vostre papille. Cosa preferisce a Barcellona? Perdersi nella città antica e inebriarsi con la sua atmosfera magica... o con i profumi dei buoni piatti preparati nelle cucine. Un vero piacere!