La Pepita, un risto-bar di tapas innovativo e alla moda

Valérie
Pubblicato da

Ultimo aggiornamento il 14 novembre, 2018. 0 commenti

Mangiare tapas tra amici in un simpatico ristorantino con un menù gustoso come La Pepita è l'ideale per dare iniziare la serata sotto i migliori auspici.

ristorante La Pepita Barcellona
Dove?

Còrsega 343
Gràcia
metro: Diagonal
metro: Verdaguer

Quando?

Vedi articolo

Quanto?

circa 20 -25 euro dal menù
menù fisso a pranzo: meno di 15 euro

Perché?

per i suoi prodotti freschi
per il suo personale simpatico

La Pepita è un piccolo bar ristorante dall’atmosfera molto calorosa, che ha aperto le sue porte nel dicembre 2010. Si trova nel quartiere Gràcia, vicino all’Avinguda Diagonal.

Da dove viene la Pepita?

L’origine della Pepita viene dal Pepito, un celebre sandwich caldo a base di carne, molto diffuso in Spagna come spuntino. Andreu et Sofia, i proprietari, hanno avuto l’idea di creare il femminile di questa parola e chiamare così il loro ristorante.

I sandwich più buoni proposti sul menù si chiamano, quindi, le Pepitas. Mas le Pepitas sono più moderne e originali del classico Pepito.

Italiane, giapponesi, catalane o vegetariane: con le Pepitas, le vostre papille faranno un giro del mondo culinario… .

Perché ci piace la Pepita?

pepita insalata di fragole

Per il suo servizio molto simpatico

Vi accoglieranno sempre molto bene da Pepita. Sofia, la proprietaria, e il suo staff di camerieri e cameriere si faranno in quattro per farvi sentire a vostro agio.

Per la sua proprietaria poliglotta

Sofía non è solo affascinante, è anche poliglotta: con lei non si corre il rischio di non essere capiti!

la pepita di tonno

Per il suo contesto molto conviviale

La Pepita sprigiona energia positiva.

Sarà forse per le frasi simpatiche scritte su alcune pareti con i pennarelli o per i dettagli accoglienti dell’arredo? Comunque sia, ci si sente bene. Il locale è sempre pieno come un uovo, ma vale la pena aspettare. In effetti, se non vi dispiace accomodarvi a bar, l’attesa non è mai troppo lunga.

Se, invece, volete mangiare al tavolo ed essere sicuri di non dover aspettare, andateci verso le 19:30-20:00. A partire dalle 20:30 il ristorante si riempie molto rapidamente!

pepita melanzane e formaggio di capra

Per la sua cucina creativa

La Pepita non rinnega le ricette classiche della cucina spagnola, ma ha l’esperienza necessaria per rivisitarle, creando, in questo modo, piatti gustosi e originali. E sa anche ispirarsi ad altri paesi.

I bignè di melanzane al formaggio di capra, miele e mele o l’insalata di spinaci e orata marinata nelle fragole con pinoli e basilico vi lasceranno di stucco!

Vi consigliamo anche le tapalatas: una specie di tapas presentate in una vasetto da conserva rettangolare che assomiglia a una lattina di sardine. Abbiamo apprezzato anche il fegato scottato al finocchio e pere marinate nella vinaigrette di pere al vino.

La lista dei vini è varia e interessante. La Pepita è celebre anche per i suoi Gin tonic.

pepita bancone

Per il suo menù fisso a pranzo

È disponibile dalle 13:00 in settimana, dal martedì al giovedì. Ricordatevi di prenotare, perché questo locale è ben noto ai barcellonesi che lavorano nel quartiere.

Il suo menù fisso a pranzo, a meno di 15 euro, è composto da una bevanda, una zuppa fredda in estate o calda in inverno, un’insalata di verdure fresche di stagione, una Pepita a scelta, dolce o caffè.

  • Ci è piaciuta molto la Pepita napoletana, con mozzarella, pomodoro secco, basilico e rucola, e la Pepita con tonno, avocado e guarnita con una salsa d’ispirazione giapponese.

pepita sala

Informazioni pratiche

Gli orari di La Pepita

Questo risto-bar di tapas è aperto tutti i giorni tranne la domenica. Gli orari variano in base ai giorni.

Orari di apertura:

  • Lunedì sera: 19:30 a mezzanotte
  • Dal martedì al sabato: dalle 13:00 alle 16:30, poi dalle 19:30 a mezzanotte
  • Il bar è aperto fino all’1:30 del mattino

Ad agosto, La Pepita è aperta solo la sera e non accetta prenotazioni.

I prezzi di La Pepita:

La maggior parte dei piatti costa dai 5 ai 10 euro. Un dolce vi costerà circa 5 euro. In base alla fame e ai gusti, pagherete tra i 15 e i 30 euro. Non è, quindi uno dei risto-bar di tapas più economici della nostra selezione.

“Pepita mi corazón, Pepita, Pepita…”

Quest’articolo ti è piaciuto?

Clicca qui!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

5,00/5 - 1 voto / voti

Loading...

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Il nostro modulo per commenti memorizza il vostro nome e la vostra email in modo che possiamo rispondere al vostro commento e inviarvi notifiche quando riceve risposte (se avete optato per ricevere le notifiche). I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Responsable: Anakena Internet Services, S.L.
  • Finalità: Gestionare i commenti e inviare notifiche automatiche via email in caso di risposta.
  • Legittimizzazione: Consenso esplicito dell’interessato.
  • Destinatari: I dati non saranno condivisi con terzi, salvo obbligo giuridico o esplicita autorizzazione.
  • Diritti: Diritto di accesso, rettifica, cancellazione, limitazione, portabilità e diritto all’oblio.

Il nostro modulo di contatto invia il vostro nome, email e altri dati forniti al nostro team di supporto in modo che possiamo rispondere alle vostre richieste o mettervi in contatto con i nostri partner specializzati che forniscono il servizio che cercate. I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi (eccetto i partner specializzati) e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Finalità: Supporto e contatto con partner specializzati.

A proposito dell'autore

Valérie

Valérie, la creatrice dei “Piccole Dritte per Barcellona” adora scoprire posti nuovi e inediti, trovare le parole giuste per descriverli e lavorare ai piccoli disegnini che decorano il sito. Qual è la cosa che le piace di più di Barcellona? Le linee sinuose e originali di alcuni edifici. È per il suo lato artistico, direbbero i suoi amici. Gaudì fa proprio al caso suo!