Ramblas di Barcellona: le cose da non perdere e quelle da evitare

Pubblicato da nella categoria Luoghi turistici, Visitare. Ultimo aggiornamento il 26 giugno, 2017. 0 commenti

Le Ramblas di Barcellona sono un passaggio obbligato per ogni visitatore. Attenzione però, non è tutto oro quello che luccica in questa grande strada turistica!

frutta Boquería Ramblas

La strada delle Ramblas (chiamata anche La Rambla) è il viale più conosciuto e più frequentato di Barcellona. Collegando Plaça de Catalunya al porto, è un passaggio obbligato per i turisti della capitale catalana. Lunga 1,2 km, è inondata di visitatori.

Storia delle Ramblas

In origine la Rambla era un torrente circondato da mura, dal quale l’acqua della città scorreva verso il mare. Durante il XVI e XVII secolo, la Rambla vide a poco a poco la nascita da una parte e dall’altra di conventi e centri di studio o di cultura di grandi dimensioni.

Alla fine del XVII secolo, la muraglia venne distrutta e la Rambla prese forma così come la conosciamo oggi: una grande strada centrale dedicata al passeggio dei pedoni. Le famiglie più fortunate ci costruirono la loro dimora familiare e i vecchi conventi lasciarono il posto a spazi pubblici come un mercato o un teatro.

La Rambla divenne allora il bastione della borghesia e la sua popolarità crescente attrasse progressivamente chioschi di fiori o negozi di lusso. Il comune vi sistemò poi panchine pubbliche, fontane ed eleganti lampioni.

Le Ramblas oggi

ramblas chiosco e passeggiata

Vi siete già chiesti perché si parla di Ramblas talvolta al plurale e talvolta al singolare? Le Ramblas sono in realtà composte da 5 tratti:

  • La Rambla de Canaletes che prende il nome dalla fontana di Canaletes, situata sulla Rambla più vicina a Plaça Catalunya. La leggenda narra che i visitatori che bevono la sua acqua siano destinati a tornare a Barcellona. Questo è il luogo d’incontro dei tifosi del Barça dopo le vittorie.
  • La Rambla dels Estudis, il luogo in cui si trovava un tempo un’università costruita nel XV secolo. L’edificio è stato distrutto nel 1843.
  • La Rambla de les Flors in cui ci sono molti chioschi di fiori. Nel XIX secolo, era l’unico luogo della città in cui era possibile trovarli!
  • La Rambla dels Caputxins che ospita un antico convento.
  • La Rambla de Santa Monica che si affaccia sul porto. Chiamata con il nome dalla parrocchia di Santa Monica situata proprio nelle sue vicinanze, è conosciuta soprattutto per i pittori e disegnatori che la occupano, selezionati con cura dal comune di Barcellona.
  • Oggi le Ramblas hanno purtroppo perso la loro autenticità. Sono diventate l’emblema del turismo di massa a Barcellona e gli abitanti le evitano quanto più possibile nelle ore di grande affluenza. I borseggiatori, invece, sono più che presenti!

 

Le attrazioni delle Ramblas da non perdere

Percorrendo la Rambla, rischierete di essere sommersi da un flusso impressionante di turisti e potreste passare affianco ad elementi fondamentali di questa celebre strada senza nemmeno accorgervene. Aprite gli occhi per non perdere nulla!

mercato della boqueria frutta takeaway RamblasMercato della Boquería: il mercato della Boquería è l’attrazione per eccellenza delle Ramblas. Una volta passato il bell’ingresso in stile Liberty, scoprirete con grande gioia gli stand di prodotti tanto belli quanto buoni. Non sorprende che la Boquería faccia parte della nostra top 5 dei mercati della città! Andate a scoprirla o a fare una pausa tapas allo stand Pinotxo, il più conosciuto del mercato.

ramblas: teatro del liceuTeatro del Liceu: le Ramblas sono costeggiate da palazzi borghesi con un’architettura davvero notevole. Ai numeri 61-65 si trova il superbo teatro del Liceu, che oggi è un teatro dell’opera. Costruito nel XIX secolo, ha subito due incendi ed è stato completamente ricostruito nel 1999, recuperando il suo splendore originale.

Ramblas palau de la virreinaPalau de la Virreina: questo edificio barocco e rococo appartiene al comune della città, che l’ha trasformato in Centro dell’immagine. Qui vengono organizzate mostre di fotografia tutto l’anno e l’ingresso è gratuito! Per maggiori informazioni leggete il nostro articolo Palau de la Virreina: mostre fotografiche gratuite sulle Ramblas.

Ramblas: mosaico di MiroPla de l’Os: quest’attrazione situata sulle Ramblas merita decisamente la vostra attenzione! Tra il mercato della Boquería e il teatro del Liceu, un mosaico di Joan Miró intitolato”Pla de l’Os” orna il pavimento. E non è la sola opera di Miró in spazi pubblici! Consultate il nostro articolo sull’arte pubblica a Barcellona per saperne di più.

Ramblas pasticceria escribàPasticceria Escribà: i golosi saranno contenti di sapere che sulle Ramblas si trova una pasticceria rinomata. Il negozio è stato fondato nel 1902 ed è una delle pasticcerie più belle di Barcellona. Figura, d’altronde, anche nel nostro articolo Negozi emblematici di Barcellona nei pressi delle Ramblas.

Ramblas: terrazza dell'hotel 1898Terrazza dell’hotel 1898: Tra le nostre terrazze di hotel del cuore, quella del 1898 è il luogo ideale per fare una sosta e sfuggire al tumulto delle Ramblas. Qui, il relax è assicurato! Attenzione però, i prezzi sono piuttosto alti (considerate circa 15€ per un cocktail).

ramblas: mimoMimi: ecco un’attrazione che piacerà ai bambini! Nella parte bassa delle Ramblas, nei pressi del porto, ci sono diversi mimi che affascinano i passanti. Si tratta di uomini e donne che sfoggiano costumi spettacolari e che restano immobili finché non darete loro una moneta.

 

 

Comportamenti, attrazioni e ore da evitare

Borseggiatori e confusione

Per evitare una brutta esperienza, leggete attentamente i nostri dieci buoni consigli contro i borseggiatori.

Ristoranti e bar

La regola è semplice: scappate da tutti i bar e ristoranti delle Ramblas. La maggior parte è davvero di scarsa qualità e non è interessata a soddisfare i clienti, dato che si tratta di gente di passaggio e che trovarsi nella strada più frequentata di Barcellona assicura senza problemi una clientela quotidiana.

Orari consigliati

Da maggio a ottobre, le Ramblas sono strapiene di gente. Il picco di affluenza si raggiunge da metà luglio a metà agosto. Ma anche in questo periodo, potrete passeggiare per le Ramblas in tranquillità se ci andrete di mattina, tra le 8 e le 10.

disegno statua Cristoforo Colombo sulle Ramblas

La notte, se potete, evitate la parte bassa delle Ramblas (verso la statua di Cristoforo Colombo). Non è che sia pericolosa, ma è un tantino poco frequentata o frequentata talvolta da malintenzionati.

Ora che siete avvisati, non vi resta che godervi la vostra passeggiata!

 

Quest’articolo ti è piaciuto?

Clicca qui!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

5,00/5 - 1 voto / voti

Loading...

Condividi questa piccola dritta con gli amici!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

A proposito dell'autore

Pauline

Pauline è una letterata curiosa e amante della cucina. Per scrivere i suoi articoli ama scovare i posti più originali e autentici che sedurranno i vostri occhi e le vostre papille. Cosa preferisce a Barcellona? Perdersi nella città antica e inebriarsi con la sua atmosfera magica... o con i profumi dei buoni piatti preparati nelle cucine. Un vero piacere!