Barcellona con bambini: una pioggia di piccole dritte

Pubblicato da nella categoria Con bambini, Visitare. Ultimo aggiornamento il 14 giugno, 2017. 0 commenti

Partite alla scoperta di Barcellona con i piccoli al seguito? Ecco alcuni suggerimenti sulle attività fatte su misura per voi!

Barcellona con bambini

L’entusiasmo e la gentilezza di Marie, il mio contatto nella casa editrice Graines 2, mi hanno subito convinto a confidarvi alcune delle nostre piccole dritte per attività da fare con bambini durante un soggiorno a Barcellona.

Ecco, quindi, un piccolo vademecum di attività che, secondo me, potrebbero piacere ai vostri bambini.

Attività gratuite e divertenti da fare visitando Barcellona con bambini

mammut parc de la ciutadella, Barcellona con bambini

Scoprire le statue di animali a Barcellona

I bambini sono stanchi e tira aria di capricci? Proponete loro di trovare gli animali di Barcellona e dimenticheranno presto la stanchezza. L’elegante giraffa della Rambla Catalunya, il grande gatto di Botero nel Raval, il mammut della Ciutadella sono tra i più celebri, ma non sono di certo gli unici. Chi ne troverà di più?

Sul monopattino in riva la mare

Avete spazio in valigia per i monopattini? Perfetto! Dopo aver costruito castelli di sabbia i vostri piccoli si divertiranno a scorrazzare sul lungomare del Passeig marítim: un momento rilassante, adatto a tutte le stagioni e sicuro, perché non passano macchine. A tutta birra!

Restare a bocca aperta davanti alla fontana magica

Vi andrebbe un’attrazione per tutta la famiglia, gratuita e di qualità? Al calar della notte, non perdetevi lo spettacolo di musica e luci della font màgica. Ogni mezz’ora la fontana di fronte al MNAC, ai piedi di Montjuïc, si anima a ritmo di musica. Non crederete ai vostri occhi… e alle vostre orecchie!

Dove? Plaça de Carles Buigas
Quando?
Il venerdì e il sabato a partire dalle 19:00 in inverno e dal giovedì alla domenica dalle 21:00 in estate.
Perché?
Per la magia dello spettacolo di musica e luci.

Perdersi in un labirinto

Volete percorrere le strade meno battute? Non perdetevi il Parco del labirinto di Horta! Quest’oasi di verde, anche se lontana dal centro, non può mancare dal vostro itinerario: bucolico, romantico e divertente, affascinerà tutta la famiglia. I bambini adoreranno perdersi nel suo labirinto!

  • Idea risparmio: l’ingresso è gratuito il mercoledì e la domenica!

Scatenarsi all’aria aperta in pieno centro

Nel bel quartiere del Born, se i vostri piccoli hanno bisogno di una pausa, sappiate che c’è una bella piazza tranquilla con un’area giochi, un campo da sport e persino un piccolo orto! Una parentesi ideale per ricaricare le pile in pieno centro… .

Dove? Vicino al Carrer de Jaume Giralt, Born.
Quando? Tutto l’anno.
Perché? Per fare un po’ di sport in pieno centro.

Locali originali da scoprire a Barcellona con bambini

Per un’atmosfera da Alice nel paese delle meraviglie

we pudding tendaggi

Fare merenda tra due funghi giganti, in una sala dallo stile degno di Alice nel paese delle meraviglie è possibile a Barcellona! Ed è esattamente quello che vi aspetta al We Pudding, un sorprendente caffè nel quartiere dell’Eixample. La nostra piccola dritta: andateci in settimana, prima delle 17:00 per evitare la folla di studenti usciti da scuola o la calca del weekend.

Dove? Pau Claris, 90, Eixample.
Quando? Dal lunedì alla domenica, dalle 9:00 alle 22:00.
Perché?
Per il suo stile originale.

Cliccate qui per ulteriori informazioni su questo angolo di paradiso per bambini da 0 a 99 anni.

Per l’atmosfera da foresta misteriosa

bosc de les fades

Chi l’avrebbe mai detto che alla fine delle Ramblas, dietro il bookshop del museo delle cere, si nascondesse un bar bizzarro chiamato il bosco delle fate? Un pomeriggio, rifugiatevi sotto il suo cielo stellato o ai piedi degli alberi parlanti. Brividi assicurati quando sentirete tuoni, fulmini e saette in questo caffè particolare che piacerà ai più intrepidi!

Dove? Passatge Banca, 5; Gótic
Quando? Dalle 11:00 all’1:00.
Perché? Per una merenda da brivido.

Per un’atmosfera da capanne tra gli alberi

caseta del migdia montjuïc

La Caseta del Migdia è un angolino di verde nascosto dietro il castello di Montjuïc. La programmazione prevede: barbecue, bevande fresche, buona musica, atmosfera rilassata e uno splendido tramonto. I più piccoli potranno scorrazzare liberamente nella natura mentre i più grandi sorseggiano una buona bevanda all’ombra degli alberi. Bella la vita, no?

Dove? Caseta del migdia, Mirador del migdia, Montjuïc.
Quando? Aperto solo sabato e domenica pomeriggio.
Perché? Per immergersi nella foresta a due passi dal centro.

Attrazioni culturali da visitare con bambini

disegno sagrada familia

Visitare la Sagrada Familia non è affatto pesante per i bambini. Si divertiranno a trovare gli animali sulla facciata del rinascimento, si sentiranno piccolissimi ai piedi delle immense colonne a forma di alberi e ammireranno la luce e i colori come attraverso un enorme caleidoscopio. Decisamente da non perdere!

disegno casa-batllo

I biglietti per visitare le case di Gaudí sono esorbitanti per una famiglia. Nessun problema: ammirare le facciate dal Passeig de Gràcia è già molto suggestivo. Il tetto della Casa Batlló sembra il corpo di un drago e i camini dell’ondulata Casa Milà ricordano delle armature. E lo spettacolo è ancora più suggestivo di sera!

casa milà caminetto a forma di cavaliere, Barcellona con bambini

I vostri bambini amano il mare? Portateli al Museo Marittimo. Scopriranno mostre temporanee divertenti (purtroppo non disponibili in italiano), resteranno a bocca aperta di fronte a un’immensa galera reale o ai velieri d’epoca e termineranno la visita su una goletta attraccata al porto di Barcellona: all’arrembaggio!

Il CosmoCaixa è un museo delle scienze che vi piacerà sicuramente: interattivo, vario, divertente, didattico e gratuito fino a 16 anni! Abbiamo un debole per la sua foresta amazzonica in miniatura! Piccolo tocco in più: il bar è un posto molto carino per un pasto in famiglia.

La nostra top 3 delle visite culturali a Barcellona con bambini

1- La Sagrada Familia per i piccoli architetti.

2- Il CosmoCaixa per i futuri Einstein.

3- Il museo Miró per gli artisti in erba.

Quest’articolo ti è piaciuto?

Clicca qui!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

5,00/5 - 2 voto / voti

Loading...

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Il nostro modulo per commenti memorizza il vostro nome e la vostra email in modo che possiamo rispondere al vostro commento e inviarvi notifiche quando riceve risposte (se avete optato per ricevere le notifiche). I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Responsable: Anakena Internet Services, S.L.
  • Finalità: Gestionare i commenti e inviare notifiche automatiche via email in caso di risposta.
  • Legittimizzazione: Consenso esplicito dell’interessato.
  • Destinatari: I dati non saranno condivisi con terzi, salvo obbligo giuridico o esplicita autorizzazione.
  • Diritti: Diritto di accesso, rettifica, cancellazione, limitazione, portabilità e diritto all’oblio.

Il nostro modulo di contatto invia il vostro nome, email e altri dati forniti al nostro team di supporto in modo che possiamo rispondere alle vostre richieste o mettervi in contatto con i nostri partner specializzati che forniscono il servizio che cercate. I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi (eccetto i partner specializzati) e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Finalità: Supporto e contatto con partner specializzati.

A proposito dell'autore

Valérie

Valérie, la creatrice dei “Piccole Dritte per Barcellona” adora scoprire posti nuovi e inediti, trovare le parole giuste per descriverli e lavorare ai piccoli disegnini che decorano il sito. Qual è la cosa che le piace di più di Barcellona? Le linee sinuose e originali di alcuni edifici. È per il suo lato artistico, direbbero i suoi amici. Gaudì fa proprio al caso suo!