Piccole Dritte per Barcellona Da visitare senza moderazione!

Cosa vedere a Barcellona in 3 giorni: il nostro programma per scoprire la città

Valérie
Pubblicato da

Ultimo aggiornamento il 19 Maggio, 2022. 0 commenti

cosa vedere a barcellona in 3 giorni

Vieni a visitare Barcellona e resti 3 giorni? Hai fatto una lista di tutti i monumenti della città che vuoi scoprire ma non sai da dove cominciare?

Buone notizie, ho preparato un programma fantastico solo per te. Tre giorni passano molto velocemente sotto il sole del Mediterraneo. C’è così tanto da vedere a Barcellona! Vivo qui da oltre 20 anni e ogni giorno scopro ancora qualcosa di nuovo. Tanto per dirti…

Visitare Barcellona in 3 giorni: il nostro programma in tabella

Immaginiamo che tu stia visitando Barcellona per la prima volta : dovresti mettere in programma di visitare i monumenti più importanti di Barcellona. Ecco una tabella che riassume questo piano di 3 giorni. Spero che ti sia utile.

Giorno 1Giorno 2Giorno 3
Casa MilàParco della CiutadellaCollina di Montjuïc
Casa BatllóBornMNAC
Quartiere Gotico/Ramblas/RavalSagrada FamiliaPoble Sec
Statua di Colombo/Porto di BarcellonaParco GüellSpiagge di Barceloneta
Spettacolo di flamencoSpettacolo di chitarra spagnolaPorto Olimpico

Giorno 1: case di Gaudí, centro storico e flamenco

Sei appena arrivato nella capitale catalana. Ti diamo il benvenuto a Barcellona! Attenzione, questo primo giorno ti stupirà. Mi segui?

Casa Milà e/o Casa Batlló

casa batllo casa mila

Vai al Passeig de Gràcia, davanti all’ultima casa creata tra il 1906 e il 1912 da Gaudí, il geniale architetto che ha rivoluzionato Barcellona. La Casa Milà, conosciuta anche come la Pedrera, è incredibilmente originale.

I tesori della Pedrera o Casa Milà

casa mila pedrera barcellona
  • La magnifica facciata ondulata e i meravigliosi balconi in ferro battuto
  • La terrazza sul tetto, dove i misteriosi cavalieri fanno la guardia e le sue viste panoramiche sulla città
  • La soffitta, che assomiglia  alle viscere di un animale marino, dove una mostra di plastici e oggetti ripercorre l’itinerario artistico di Gaudí (eccellente introduzione all’universo creativo dell’artista)
  • L’appartamento accuratamente ricostruito con mobili d’epoca
  • La bellezza fotogenica dei  cortili interni e delle scale

Poi incamminati lungo il Passeig de Gràcia; la metà di questo bel viale, sul marciapiede di destra andando verso Plaça Catalunya, scoprirai una casa che sembra uscita da una favola.

Si tratta di Casa Batlló, edificio splendido, un altro prodotto della fertile immaginazione di Gaudí. Completamente restaurata tra il 2017 e il 2019, è splendida e riservamolte sorprese ai suoi visitatori.

casa batllo barcellona

I tesori di Casa Batlló

  • La facciata colorata, i balconi sorprendenti, il tetto a forma di drago
  • L’incredibile energia emanata da questa casa
  • Il fatto che è diversa da qualsiasi altra nel mondo
  • La bellezza del piano nobile (ex casa della famiglia Batlló)
  • L’estrema ricercatezza di tutti i suoi elementi architettonici e di arredo (scala, maniglie delle porte, falegnameria, lampadari, camino…)
  • L’impressione di leggerezza luminosa si sprigiona dall’attico
  • La bella terrazza da cui si può toccare la schiena del drago

Devi scegliere tra i due?

È una scelta difficile. Ma, anche se la Pedrera è straordinaria, ti consiglio di visitare la Casa Batlló.

Questa casa è tanto magica quanto… liquida. Una strana descrizione? Te lo concedo, ma solo quando lavisiterai capirai davvero cosa intendo.

È vero che il biglietto d’ingresso è più caro, ma la smartguide è molto ben fatta (molto meglio di quella della Pedrera) e la visita è più completa. Recentemente, sono state inserite due attrazioni 10D all’inizio e alla fine della visita, che mirano a dare una migliore comprensione della creatività di Gaudí.

Ramblas, Quartiere Gotico, Raval

visitare barcellona 3 giorni centro storico

Dopo aver ammirato Casa Amatller, accanto a Casa Batlló (puoi anche fare una pausa nella sua graziosa caffetteria per gustare una cioccolata calda), continua la tua passeggiata lungo Passeig de Gràcia fino a Plaça Catalunya e poi attraversa questa grande piazza soleggiata che si trova nel cuore della città.

Poi prendi le famose Ramblas, la passeggiata che separa due quartieri del centro storico, Raval e Barrio Gotico, e arriva fino alla statua di Cristoforo Colombo e al mare.

Da scoprire sulle Ramblas

  • Il Palacio de la Virreina e le sue mostre fotografiche gratuite
  • Il mercato più famoso e fotogenico della città, La Boquería
  • Il grande teatro Liceu, una sala dove ascoltare i più grandi nomi dell’opera lirica
  • La statua di Cristoforo Colombo, un monumento inaugurato all’Esposizione Universale del 1888

Da scoprire nel Barrio Gotico

  • Cattedrale di Santa Eulàlia, magnifica cattedrale gotica costruita tra i secoli XIII e XV.
  • Il quartiere di Plaça del Pi, la sua basilica e le graziose stradine dal fascino antico
  • Plaça Reial: con le sue proporzioni perfette, i portici, i lampioni e le palme
  • La bella piazza di Sant Felip Neri con la piccola chiesa e la scuola. Una targa commemorativa ricorda che fu bombardata durante la guerra civile

Da scoprire nel Raval

  • Il MACBA (Museo di Arte Contemporanea di Barcellona) e la piazza abìntistante, punto di ritrovo dei pattinatori di Barcellona
  • Il CCCB (Centro Civico e Culturale di Barcellona) accanto al Macba
  • La Rambla del Raval (con la statua del gatto di Botero, l’hotel Barceló Raval e la sua terrazza a 360º)
  • Il Palazzo Güell di Gaudí (progettato per la famiglia del suo mecenate Eusebi Güell)
  • Il museo marittimo e la sua impressionante galera

Il porto e le sue barche

barcellona 3 giorni porto nave

Persi nelle stradine del centro storico, tendiamo a dimenticare che il mare è vicino. Eppure, dietro la statua di Cristoforo Colombo, una breve sosta vicino al porto da cui partono le golondrine o i catamarani ti permetterà di ammirare i bei riflessi del mare tra le barche, o di vedere l’affascinante teleferica rossa del porto che va avanti e indietro sull’acqua.

Attenzione, chicca risparmiosa: se ti tenta una mini-crociera su un catamarano per ammirare il tramonto su Barcellona al suono di un sassofono jazz, ti invito a prenotare i tuoi posti per questa attività molto piacevole e con un buon rapporto qualità prezzo. L’ho testata con la mia famiglia e mi è piaciuta molto!

Serata di flamenco

flamenco barcellona

Anche se la Catalogna non è la culla del flamenco, a Barcellona  è possibile assistere a spettacoli autentici e di alta qualità. A proposito, il nostro tablao preferito è sulle Ramblas, quindi è perfetto! Ma ci sono altri indirizzi interessanti nel nostro articolo sul flamenco a Barcellona, dove troverai tutte le informazioni necessarie per passareuna bellissima serata.

Giorno 2: Parco della Ciutadella, Born, Parco Güell e Sagrada Familia

Parc de la Ciutadella e Born

visitare barcellona 3 giorni ciutadella born

All’inizio del secondo giorno, dirigiamoci verso il Parc de la Ciutadella per ammirare la sua cascata, che risale all’esposizione universale del 1888, il suo specchio d’acqua e i suoi sentieri alberati.

Attraversatelo con calma per arrivare al Born. Questa zona ti sembrerà familiare perché il suo fascino ricorda il Quartiere Gotico, ma l’atmosfera è diversa. È difficile spiegare perché. Giudica tu stesso e poi facci sapere quale ti piace di più.

Da scoprire nel Born

Sagrada Familia e Parc Güell: i più grandi capolavori di Gaudí

Sagrada Familia: la visita da non perdere!

visitare barcellona sagrada familia

Il culmine del viaggio: la scoperta della Sagrada Familia!

Cosa importantissima: non accontentarti di vedere solo l’esterno della Sagrada Familia. Anche se le sue facciate ricche di simboli sono sorprendenti e le sue torri impressionanti, è l’interno di questa basilica assolutamente straordinaria che sicuramente ti lascerà senza fiato.

La sua luce, la  purezza, i pilastri a forma di palma che formano una foresta simbolica all’interno di questa immensa basilica, i riflessi delle sue vetrate… tutti i dettagli di questo meraviglioso capolavoro formano un insieme mozzafiato.

Un consiglio: prenota il vostro ingresso in anticipo! La Sagrada Familia è il monumento più visitato di Barcellona. Sarebbe un peccato non riuscire a visitarlo.

Parco Güell

monumenti barcellona parc guell

Poi ci dirigiamo verso il Park Güell, un monumento imperdibile di Gaudí che può essere esplorato in molti modi diversi.

  1. Se hai un budget limitato, puoi passeggiare nella parte gratuita del parco. Da lì si ha una splendida vista sulla città e sulla parte monumentale dove si trovano gli elementi più famosi del parco (la salamandra, la panchina ondulata, le colonne, le belle case, la sala ipostila…)
  2. Puoi anche prenotare il tuo biglietto per una visita alla parte monumentale del parco sul sito ufficiale, che ti permetterà di scoprire le meraviglie architettoniche progettate da Gaudí che rendono questo parco unico al mondo.
  3. Una terza opzione è quella di prenotare una visita guidata in italiano, che vi darà informazioni interessanti sulla creazione di questo parco e sul ruolo di Eusebi Güell, il mecenate di Gaudí, senza il quale l’architetto non avrebbe potuto creare tutti i suoi capolavori.
  4. Infine, c’è una visita guidata combinata (in inglese o spagnolo): Sagrada Familia + Parc Güell con biglietti d’ingresso per entrambi i monumenti e trasferimento in mini-bus tra i due.

Concerto di chitarra spagnola nel Quartiere Gotico

chitarra spagnola barcellona

La sera, se hai voglia di fare un’altra esperienza culturale e artistica, ti consiglio di tornare al Quartiere Gotico per assistere a un concerto di chitarra spagnola e divertirti in un ambiente stimolante e sereno.

Giorno 3: Montjuïc, Poble Sec, le spiagge e il porto olimpico

Per la tua ultima mattina a Barcellona, ti suggeriamo di salire sulla collina di Montjuïc, una bella zona verde dove fare una passeggiata.

Qui, dall’alto della città, potrai scegliere fra parchi, fondazioni, musei, impianti sportivi risalenti alle Olimpiadi del 1992 e una serie di attività che ti permetteranno di trascorrere una mezza giornata molto varia.

visitare barcellona montjuic

Da scoprire sulla collina di Montjuïc

Arte e cultura

  • La Fondazione Miró: un bellissimo edificio contemporaneo che ripercorre la carriera artistica del pittore escultore catalano Joan Miró
  • Il Museo Nazionale d’Arte Catalana (MNAC): un magnifico museo dove sono esposti 1.000 anni di arte catalana del XII secolo
  • CaixaForum: uno straordinario centro culturale che ospita mostre temporanee di qualità
  • Poble Espanyol: la riproduzione di un villaggio spagnolo che riproduce i luoghi più emblematici di ogni comunità autonoma del paese
  • Castello di Montjuïc: la fortezza militare che domina la collina.

Sport e relax

  • Il Villaggio Olimpico: costruito per i Giochi Olimpici del 1992, è composto dall’Anello Olimpico, lo Stadio Lluís Companys, il Palau Sant Jordi e la Torre delle Telecomunicazioni
  • La piscina olimpica dove nel 1992 si è svolta la gara di tuffi
  • Il Museo Olimpico e dello Sport per scoprire tutto sulla vita sportiva e sul ruolo dello sport nell’integrazione sociale
  • Gli spazi verdi e i numerosi giardini sono ideali per passeggiare e fare jogging

Attenzione, chicca risparmiosa! Una breve pausa nel Bar Salts (Avinguda del Mar, 31) ti permetterà di ricaricare le batterie e godere di una vista panoramica della piscina Picornell e della città, senza svuotarti i portafoglio.

bar salts montjuic
  • Da questo bar, la partenza della funivia rossa dal porto non è lontana. Se preferisci accorciare il programma di questo secondo giorno, puoi sorvolare una parte di Barcellona e arrivare direttamente al porto.

MNAC (Museo Nazionale d’Arte della Catalogna)

Questo museo di arte catalana è veramente impressionante e, se sei interessato all’arte, non limitarti a guardarlo da lontano.

Entra nel magnifico palazzo che lo ospita. Scoprirai 1000 anni di arte catalana attraverso dipinti, sculture e affreschi dal XI al XX secolo. Ti aspetta un bellissimo viaggio nel tempo!

visitare barcellona mnac

Scopri di più nel nostro articolo completo sul MNAC.

Poble Sec

tapas pinchos carrer blai

Poble Sec è un quartiere che fa parte del distretto di Montjuïc. Te ne parlo qui perché immagino che un bel tour di tapas potrebbe tentarti.

In questo caso, ti invito a camminare lungo via Blai e a passare di bar in bar per provare le diverse tapas esposte su ogni bancone. Buon appetito!

Mare, Barceloneta e Porto Olimpico

barcellona 3 giorni porto

Vuoi terminare il tuo soggiorno a Barcellona con una bella boccata d’aria fresca? Non si può lasciare la capitale catalana senza aver fatto una gita al mare!

A seconda della stagione e del tempo, potrai fare un tuffo nel Mediterraneo, oziare sulla spiaggia, o fare una passeggiata lungo il Passeig Marítim e sgranchirsi le gambe contemplando il paesaggio.

Si può anche fare una passeggiata fino al porto olimpico. La passeggiata è così piacevole che non ti accorgerai del tempo che passa.

Infine, se ti piace l’atmosfera che si respira in un villaggio di pescatori, sarai entusiasta della Barceloneta, un quartiere sul mare che ha conservato un fascino veramente autentico con le sue graziose stradine, le piazzette, il bucato steso ad asciugare alle finestre e i suoi bar tipici.

Questo è tutto! Il tuo soggiorno è finito. Non ti resta che pianificare il tuo prossimo viaggio a Barcellona. La capitale catalana ha ancora molte meraviglie da offrire!

Meta description : Vuoi visitare Barcellona in 3 giorni? Ecco un programma completo: Gaudí, centro storico, spazi verdi e mare. Non manca niente!

Quest’articolo ti è piaciuto?

Cliccate qui!

valutazione
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

5,00/5 - 3 voto / voti

Loading...

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Il nostro modulo per commenti memorizza il vostro nome e la vostra email in modo che possiamo rispondere al vostro commento e inviarvi notifiche quando riceve risposte (se avete optato per ricevere le notifiche). I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Responsable: Anakena Internet Services, S.L.
  • Finalità: Gestionare i commenti e inviare notifiche automatiche via email in caso di risposta.
  • Legittimizzazione: Consenso esplicito dell’interessato.
  • Destinatari: I dati non saranno condivisi con terzi, salvo obbligo giuridico o esplicita autorizzazione.
  • Diritti: Diritto di accesso, rettifica, cancellazione, limitazione, portabilità e diritto all’oblio.

Il nostro modulo di contatto invia il vostro nome, email e altri dati forniti al nostro team di supporto in modo che possiamo rispondere alle vostre richieste o mettervi in contatto con i nostri partner specializzati che forniscono il servizio che cercate. I vostri dati non saranno condivisi o archiviati con terzi (eccetto i partner specializzati) e non saranno aggiunti a nessun elenco. Per ulteriori informazioni, potete leggere la nostra Privacy Policy.

  • Finalità: Supporto e contatto con partner specializzati.

A proposito dell'autore

Valérie

Valérie, la creatrice dei “Piccole Dritte per Barcellona” adora scoprire posti nuovi e inediti, trovare le parole giuste per descriverli e lavorare ai piccoli disegnini che decorano il sito. Qual è la cosa che le piace di più di Barcellona? Le linee sinuose e originali di alcuni edifici. È per il suo lato artistico, direbbero i suoi amici. Gaudì fa proprio al caso suo!